Archivio per Categoria Guide

Contratto via PEC: nuove modalità per la sottoscrizione TIM Business

Oggi parliamo di un’importante novità che faciliterà i Clienti che acquistano i servizi TIM: il contratto via PEC. Ti abbiamo puntualmente informato delle precedenti iniziative che TIM ha messo in campo, volte a facilitare il lavoro agile e ridurre o azzerare i costi dei servizi maggiormente richiesti durante il periodo di emergenza sanitaria. Ma il 2 aprile Tim ha annunciato l’introduzione di innovazioni altrettanto importanti delle proprie consuete pratiche commerciali. Allo scopo di conformarsi totalmente ai vigenti decreti ed evitare al Cliente ogni procedura che comporti violazione dell’isolamento e potenziale pericolo per la salute, non è più richiesta la consegna degli originali della modulistica contrattuale stipulata. A far data da quest’annuncio, considerata l’attuale situazione di emergenza sanitaria in cui versa l’intero Paese, non è più previsto nessun incontro “de visu” col cliente.

Ti forniremo ogni consulenza commerciale da te richiesta in via telematica, mediante comunicazioni telefoniche e scambio di corrispondenza e-mail, e la raccolta del contratto firmato avverrà tramite PEC.

A conclusione della consulenza sviluppata il nostro agente invierà alla tua casella e-mail la proposta di attivazione dei servizi TIM Business, precompilata e corredata di tutti i relativi profili commerciali. Nel testo l’agente, oltre a riportare tutti questi contenuti informativi, ti trasmetterà il modello di testo, che TIM considera a validità legale. Questo sarà il testo che utilizzerai per la PEC con la quale ci trasmetterai allegata la copia digitale del contratto firmato. Come sempre firmerai il modulo della Proposta di Attivazione ovunque sia richiesto, lo correderai con copia del documento d’identità e codice fiscale, del certificato camerale e degli altri allegati richiesti. Infine ce lo invierai all’indirizzo nextallsrl@ticertifica.it utilizzando il testo che l’agente ti avrà trasmesso, che riportiamo di seguito per tua comodità:

“Il sottoscritto………. in qualità di titolare/rappresentante legale dell’attività …….. con PIVA/CF  ……….. dichiara:

– di aver verificato la correttezza dei dati riportati nella proposta di attivazione ricevuta tramite email

– di aver preso visione del contenuto dell’offerta, presente nella proposta di attivazione e negli allegati commerciali, e di accettarla integralmente

– di restituire tramite PEC copia scannerizzata della proposta di attivazione, firmata e sottoscritta, e dei documenti contrattuali da voi richiesti”

Naturalmente potrai evitare di stampare e scannerizzare la modulistica contrattuale apponendo firma elettronica al PDF della proposta di attivazione che avrai ricevuto.

Per i tuoi progetti, per avvalerti dei nostri consulenti dell’innovazione iscritti nelle liste del MISE, per utilizzare i servizi di Tim al massimo della loro potenzialità, potrai chiamarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue per ottenere tutta l’assistenza di cui hai bisogno!








Smart Working, TIM sostiene le imprese in emergenza!

Per l’emergenza COVID-2019, e la necessità di soluzioni per lo Smart Working, TIM ha deciso di sostenere le aziende italiane in emergenza offrendo 2 mesi gratuiti del servizio TIM Work Smart!

La tua Sala Conferenze Virtuale, lo smart working inizia da qui

Riunioni aziendali, corsi di formazione ed e-learning, visite virtuali a clienti e fornitori. La tua azienda può fare questo ed altro con TIM Work Smart, la soluzione TIM ti offre gratuitamente per 2 mesi:

  • Sala Conferenze Virtuale
  • Possibilità di accesso via web e via telefono (per la massima compatibilità);
  • Condivisione del desktop con gli altri partecipanti;
  • Chat;
  • Possibilità di registrare le conferenze;
  • Possibilità di trasmettere la conferenza in diretta su YouTube;
  • Connettere partecipanti chiamandoli direttamente al telefono.

E non erode il bundle dati delle sim TIM grazie all’opzione Giga Free! Il servizio dispone di 4 profili a livello di servizio crescente. Eccoli sintetizzati di seguito.

Web

  • sala personale sempre disponibile o prenotazione di una sala temporanea
  • massimo 5 accessi da web compreso l’organizzatore
  • registrazioni conference con possibilità di scaricarle
  • streaming su YouTube
  • condivisione schermo e singole applicazioni
  • 2 mesi di prova gratuita
  • canone 6€/mese

Standard

  • sala personale sempre disponibile o prenotazione di una sala temporanea
  • massimo 5 accessi (compreso l’organizzatore) da web o da telefono su numero telefonico italiano del servizio
  • registrazioni conference con possibilità di scaricarle
  • streaming su YouTube
  • condivisione schermo e singole applicazioni
  • 2 mesi di prova gratuita
  • canone 10€/mese

Premium

  • sala personale sempre disponibile o prenotazione di una sala temporanea
  • massimo 25 accessi (compreso l’organizzatore) da web o da telefono su numero telefonico italiano del servizio
  • registrazioni conference con possibilità di scaricarle
  • streaming su YouTube
  • condivisione schermo e singole applicazioni
  • 2 mesi di prova gratuita
  • canone 25€/mese

Premium Plus

  • sala personale sempre disponibile o prenotazione di una sala temporanea
  • massimo 25 accessi (compreso l’organizzatore) da web o da telefono su numero telefonico italiano del servizio
  • registrazioni conference con possibilità di scaricarle
  • streaming su YouTube
  • condivisione schermo e singole applicazioni
  • URL del servizio personalizzata con il nome della tua azienda
  • 2 mesi di prova gratuita
  • canone 40€/mese

Chiamaci all’800-593-299 per tutti gli approfondimenti del caso e per attivare la tua prova gratuita!

Altre soluzioni per lo smart working…

Ma le soluzioni per lo smart working sono variegate e possono coprire molte differenti esigenze. Di seguito tracciamo un breve elenco di alcune delle soluzioni TIM per lo smart working con la relativa funzionalità.

Comunicazione Integrata

Ne abbiamo già parlato in numerosi articoli ed è sempre più famosa tra i clienti italiani, tanto per le prestazioni quanto per le funzioni davvero utili ed evolute. I servizi di Comunicazione Integrata TIM uniscono canali voce, centralino e collegamento ad internet fornendo funzionalità come essere sempre raggiungibili anche fuori ufficio, chiamare in mobilità pur utilizzando il numero aziendale, una chat interna per contattare e scambiare file con i colleghi etc.

Multiphone Conference

Audioconferenze dall’ufficio ed in mobilità con modalità estremamente semplici e ad alta compatibilità.

Virtual Fax

Il fax virtuale per inviare e ricevere fax direttamente sulla casella e-mail.

Virtual Desktop e Server Virtuali

Veri e propri personal computer e server windows e linux ospitati in datacenter TIM e raggiungibili da qualunque luogo attraverso una connessione ad internet. Con questa tecnologia si può ad esempio utilizzare la propria postazione di lavoro tanto in ufficio quanto a casa oppure in mobilità!

Data Space Easy

Soluzione che permette lo storage, la sincronizzazione ed il backup dei propri dati in cloud, nei sicurissimi datacenter Telecom Italia. Estremamente utili le funzioni di condivisione di cartelle e file che permettono l’accesso immediato dei colleghi ai file che decidi di condividere in sicurezza (con gestione dei privilegi, link a scadenza temporale etc.).

Microsoft Office 365

La partnership tra TIM e Microsoft ha permesso la pubblicazione sullo store di TIM del celeberrimo Office 365 anche in versione “managed” (servizio quindi assistito da specialisti) a prezzi inarrivabili. Oltre ai classici software quali Word, Excel, Power Point etc. con Office 365 sarà possibile una condivisione di file e task aziendali estremamente flessibile ed evoluta grazie a Sharepoint. Il servizio, incluso, One Drive fornisce ben 1TB di storage. Ed infine Skype for Business, sempre incluso, consentirà videoconferenze con un totale di 250 persone contemporanee.

VPN e My Security Area

Hai un server locale e vuoi raggiungerlo da casa senza il rischio (ed il costo) di pubblicarlo in internet? Con i nostri firewall My Security Area, a completa gestione TIM, e le licenze per VPN nomade potrai continuare a lavorare dal tuo portatile come se fossi in ufficio ed in totale sicurezza.

Per scoprire i servizi più adeguati alle necessità della tua azienda puoi chiamarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue!








Canone 28 giorni: come ottenere i rimborsi

Canone 28 giorni: tutti gli utenti di servizi telefonici di rete fissa, attivi da prima del 31 marzo 2018, con la manovra messa in campo dalle compagnie telefoniche hanno avuto addebitato il canone ogni 28 giorni, pagando praticamente per 13 mesi all’anno invece che per 12.  La delibera AGCom n. 269/18/CONS ha imposto alle compagnie di rimborsare i costi relativi ai giorni di servizio in più che la manovra ha prodotto. I clienti TIM possono ottenerlo già da fine 2019 contattando l’assistenza Clienti o accedendo all’Area WEB MyTIM. La possibilità di chiedere il rimborso viene naturalmente riconosciuta anche a chi non è più cliente TIM, ma lo era al momento della manovra, dal 23 giugno 2017 al 5 aprile 2018. 

E qui cominciano le dolenti note: non tutti I gestori hanno semplificato la procedura di rimborso ai propri clienti. Districarsi e trovare notizie può diventare molto difficile.  È allora opportuno ricordare brevemente diritti e strumenti messi a disposizione dei clienti delle compagnie telefoniche in Italia (ma il panorama è analogo anche per le compagnie fornitrici di energia). L’utente che non riesce a risolvere il problema insorto con il proprio fornitore, può avviare la procedura prevista dal nuovo Regolamento delibera n. 203/18/CONS. Prima di agire in giudizio infatti ha l’obbligo di fare un tentativo di conciliazione dinanzi ai Co.re.com, per  trovare una soluzione amichevole, tramite la nuova piattaforma online Conciliaweb, o con la partecipazione delle associazioni dei consumatori. In caso di fallimento di tale tentativo può rivolgersi alla giurisdizione ordinaria assistito dal proprio legale o dalla associazione.
Contestualmente o nel corso di tali procedure, l’utente può chiedere ai Co.re.com l’adozione di provvedimenti temporanei che possano garantire la continuità del servizio, o far cessare forme di abuso da parte dell’operatore, fino al termine delle procedure avviate. Vedi anche l’articolo sulla liberalizzazione dei modem, per la quale il TAR ha sentenziato la possibilità di sostituire quello fornito obbligatoriamente dall’operatore senza completare il pagamento delle rate.

Per il settore energia invece va richiesta quest’anno (poi andrà in prescrizione) il rimborso delle accise provinciali sull’energia elettrica pagate per il biennio 2010-2011. Tali accise sono state dichiarate illegittime prima con un’indicazione UE, poi con sentenza della Corte di Cassazione del 23 ottobre 2019, n. 27099. Per la singola provincia l’aliquota pagata variava tra 0,0093 €/kWh e 0,0114 €/kWh fino allo scaglione di consumo mensile di 200.000 kWh. Pertanto un’azienda può aver pagato anche più di 2.000€ al mese. Per il rimborso di quanto indebitamente pagato si deve agire nei confronti del fornitore nel termine di 10 anni dal pagamento.

Per chiarimenti relativi all’esercizio dei tuoi diritti o all’interpretazione delle disposizioni vigenti in merito puoi chiamarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue!








Router TIM, noleggio o acquisto? Facciamo chiarezza…

“Il mio router TIM è a noleggio o in vendita? Sono obbligato a prendere il router dal gestore telefonico oppure posso acquistarlo per conto mio?”

Ci capita spesso di parlare con Clienti che non hanno chiaro con quali modalità hanno acquisito o dovrebbero acquistare il Router per il proprio collegamento. Questo succede solitamente al momento dell’acquisto oppure alla fine del contratto, quando il Cliente si chiede se ha penali o rate residue da pagare. L’occasione è quindi ghiotta per chiarire un po’ di dubbi e fare qualche considerazione, anche a carattere tecnico, sui router. Parleremo di router utilizzabili sui collegamenti di fascia entry (di TIM ma anche degli altri gestori) tanto in area Business quanto nel mercato Privati.

La Delibera N. 348/18/CONS del Garante per le Comunicazioni è operativa

La Delibera 348/18/CONS dell’AGCOM è in vigore dal primo gennaio 2019 e, lasciando al link i dettagli, in questa sede ci interessa chiarire, come punto di partenza per qualunque altro ragionamento, che vige la libertà per il Cliente di munirsi autonomamente dell’apparecchiatura per la terminazione della rete, ovvero il router.

Chiarita quindi la libertà di scegliere, le considerazioni si focalizzano maggiormente sulle condizioni economiche, sulla gestione dell’apparato, sulle caratteristiche tecniche e sulle funzionalità che si desiderano per la propria sede o per la propria casa.

Le condizioni dei Router TIM: come erano e come sono

Fino a qualche anno fa TIM offriva il router base in comodato d’uso gratuito. I collegamenti erano in larga parte di tipo ADSL e pertanto non necessitavano di funzionalità telefoniche perchè ci transitavano solo i dati della navigazione. A causa del comodato d’uso questi router andavano restituiti quando si cambiava offerta o tecnologia.

Oggi invece, ed invero già da un po’, TIM offre la possibilità di acquistare il router in 48 rate (4 anni). La tecnologia predominante oggi è la Fibra, nelle sue declinazioni FTTC 30M, 100M, 200M, FTTH 1000M. Caratteristiche principali della tecnologia sono le altissime velocità in download ed upload ed il canale voce che entra in sede in tecnologia VoIP. Il router non andrà restituito alla fine del contratto ma sarà di proprietà del cliente ed in caso di recesso anticipato andranno saldate le rate a scadere.

Offerte e funzionalità dei router, divertiamoci un po’…

Il router più economico offerto da TIM Business è il cosiddetto Router Standard. Rateizzato in 48 mesi a 5€/mese + iva. E’ un router valido per piccole realtà con pochi computer e non troppi device wi-fi da collegare. Dispone di diverse funzioni base ed ha 2 porte analogiche per la voce.

La seconda possibilità è il Router Premium, ovvero il Fritz!Box 6890. Costa poco più del precedente ma è una macchina decisamente più performante e con funzionalità davvero utili tanto in azienda quanto a casa. TIM lo propone in vendita rateizzata in 48 mesi a 7€/mese + iva includendo nell’offerta il backup su LTE in caso di guasto con traffico incluso per tutto il primo anno! In sostanza, anche in caso di guasto, continuerai a navigare! Ed, infine, le funzionalità da centralino e la possibilità di gestire fino a 6 cordless dect ne fanno una vera macchina da guerra per uffici, negozi, appartamenti e ville.

Router di fascia alta, compatibile VDSL ed eVDSL ▪ 4 porte Gigabit Ethernet ▪ WiFi 802.11 N/C ▪ 2 porte FXS per il collegamento di apparati analogici ▪ 1 porta per il collegamento di apparati ISDN ▪ 1 porta USB 3.0 (per condivisione di dischi e stampanti in LAN) ▪ Base DECT integrata (fino a 6 portatili affiliabili) ▪ Funzionalità integrate di centralino, fax e segreteria telefonica ▪ Predisposizione per Back UP Dati LTE ▪ Può essere usato con VDSL ed eVDSL di qualunque gestore

E per chi dispone già del router TIM Fritz!Box ecco una selezione di accessori utili, non presenti nell’offerta TIM, ma reperibili facilmente in rete.

Per quanto un router possa essere potente ci sono dei limiti di legge alle emissioni elettromagnetiche che fanno sì che la distanza teorica coperta sia di circa 100 metri in assenza di ostacoli e disturbi. Questa distanza in condizioni reali può scendere anche 30 metri o meno e così uno o più range extender possono risolvere brillantemente il problema.

Il più elegante tra i cordless AVM. Compatibile con ogni modello di Fritz!Box con base dect. E’ sicuro grazie alla trasmissione vocale codificata. La telefonia è HD per ottenere un timbro vocale naturale.

E, per concludere la rassegna, il bianco Fritz!Fon C4, molto simile al C5 e l’economico M2.

Per trovare la migliore tecnologia per la tua sede e per approfondire anche i router certificati per collegamenti professionali chiamaci al numero verde 800-593-299, visita la pagina contatti oppure compila il form che segue!








Voucher Digitalizzazione Impresa 4.0, richiedilo fino al 26/11/2019 (proroga al 6/12!)

Il 26 Novembre 6 Dicembre (proroga ex decreto direttoriale 26/11/19) è la data ultima entro la quale puoi compilare la domanda di agevolazione per ottenere il tuo “Voucher per consulenza in innovazione”. Per facilitare l’accesso ai finanziamenti per l’innovazione della tua azienda ed ottenere il Voucher Digitalizzazione, abbiamo iscritto nell’elenco del MISE i nostri manager qualificati. Da oggi lavorare con i nostri consulenti porterà un ulteriore valore aggiunto alla tua azienda. Per approfondimenti o per entrare in contatto con un nostro Innovation Manager qualificato per innovare in azienda ti proponiamo subito un breve form per avviare con noi l’analisi del tuo progetto ed essere guidato nella domanda di agevolazione.

La legge n. 145/2018 ha inserito nella disponibilità del Ministero dello sviluppo economico un contributo di 75 milioni di euro a fondo perduto per il Voucher Digitalizzazione.

L’erogazione è nella forma di voucher e quindi finanzia lo studio dei processi di trasformazione e ammodernamento  tecnologico e digitale per la tua azienda. Per queste attività ti verrà rimborsato il 50 per cento dei costi fino al massimo di 40.000 euro. Questo nei confronti di micro e piccole imprese. Se devi innovare in una media impresa è previsto il rimborso del 30 per cento dei costi, fino a 25.000 euro massimo. Sono disponibili anche particolari condizioni per il finanziamento se hai aderito a reti d’imprese che hanno nel programma comune lo sviluppo di processi innovativi. In questo caso il contributo per l’acquisto delle consulenze specialistiche è riconosciuto alla rete, in misura pari al 50 per cento dei costi sostenuti ed entro il limite massimo complessivo di 80.000 euro.

Lo stanziamento complessivo di 75 milioni di euro coprirà le spese sostenute dalle aziende per le prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione qualificato, indipendente e inserito temporaneamente, con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa della tua impresa o della tua rete.

Il contributo è erogato alla condizione che le consulenze specialistiche siano rese da società e manager qualificati, iscritti all’elenco istituito con decreto del MISE del 7 maggio 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 152 del 1 luglio 2019. La consulenza deve essere finalizzata a indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale Impresa 4.0.

I passi che devi fare quindi sono questi:

  • Verificare di essere in possesso dei requisiti necessari
  • Individuare e prendere accordi con un manager di adeguato profilo professionale
  • Collegarsi alla piattaforma per chiedere il voucher mediante accesso al link https://agevolazionidgiai.invitalia.it
  • Compilare la domanda di accesso alle agevolazioni e scaricare il modello dei servizi di consulenza
  • Far firmare l’ offerta di consulenza al manager individuato
  • Firmare digitalmente la domanda e caricarla: piattaforma aperta e disponibile fino alle ore 12.00 del 6 Dicembre 2019 (fase caricamento istanza);
  • Inviare la domanda di accesso alle agevolazioni: la piattaforma si apre alle ore 10.00 del 3 dicembre 2019.

A seguire la tua domanda di Voucher sarà ammessa all’istruttoria in base dell’ordine di presentazione.

Per chiarimenti relativi alla compilazione delle richieste o all’interpretazione delle disposizioni puoi chiamarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue!

POS Mobile TIM: la soluzione per incassare!

La legge e la normativa in Italia stanno evolvendo verso l’obbligo (e la convenienza, ovvero saranno incentivati) di usare sempre di più sistemi di pagamento tracciabili. Quindi sempre di più ed in ogni situazione dovrai dotarti di POS e renderlo disponibile per i tuoi clienti. Il POS (acronimo dalle parole inglesi Point Of Sale, ovvero punto di vendita) è un dispositivo che ti permette di incassare i pagamenti effettuati mediante l’utilizzo di carte di credito, di carte di debito e di carte prepagate. Come indica la parola stessa, nasce per facilitare i pagamenti nei negozi fisici come supermercati, ristoranti, retail, alberghi, dove aiuta a superare l’ostacolo della disponibilità di contanti e valute.

Il POS facilita l’incasso ed elimina gli errori

Il POS aiuta ad evitare i ritardi e gli errori legati al conteggio dell’incasso e del resto (può essere collegato al registratore di cassa) o nel caso li documenta perfettamente. Grazie al collegamento del terminale POS con il centro servizi del tuo istituto bancario, viene generata una transazione che accredita sul tuo conto corrente l’importo pagato. Importo che poi verrà addebitato sul conto corrente del Cliente, con le modalità della carta utilizzata. Nel dotarti del POS dovrai scegliere tra i vari tipi di apparato e le varie modalità disponibili. Potresti avere infatti necessità diverse (ad esempio devi incassare al tavolo, oppure in mobilità, come per i taxi) o volumi diversi con cui valutare il rapporto costo/prestazioni. 

Tra le tipologie di POS più diffuse sul mercato si distinguono:         

  •       Pos stand Alone: noto come POS da banco, è il modello più diffuso, perché si connette al centro servizi con un cavo RJ11/RJ45 che s’innesta in una presa disponibile alla cassa.
  •       Pos Mobile: è un dispositivo che si collega tramite Bluetooth al tuo dispositivo mobile smartphone oppure tablet, su cui l’app del pagamento viene installata. La ricevuta di pagamento al cliente arriva tramite e-mail oppure via SMS. 
  •       POS Virtuale: modello che gestisce i pagamenti online mediante un’apposita pagina web che permette all’esercente che dispone di un sito internet di fare e-commerce, allargando il mercato per il proprio business. 
  •       POS GSM/GPRS/3G/4G: modello che si collega al centro servizi direttamente mediante la rete mobile. Molto utile se i tuoi addetti operano presso il cliente.
  •       POS Cordless: ha una struttura semi portatile. La postazione del POS resta fissa, collegata come il POS da banco alla cassa, mentre il modulo lettore si collega ad esso come un telefono cordless. Da usare nel tuo ristorante o nella tua stazione di servizio. Da notare che sempre più spesso le linee telefoniche (RJ11) a cui si appoggia il POS da banco diventano VOIP, ed in questa circostanza, visto che i moderni POS dispongono di entrambi i protocolli,  conviene riconfigurarli su IP (RJ45), che offre migliore compatibilità, affidabilità e velocità (salvacode).

In termini di modalità quella storica è noleggiare il POS, tramite la tua banca  o una delle società che fornisce questo servizio, o comprare il terminale ed attivarlo tramite la società di servizio.

In ogni caso per il servizio può essere previsto un canone ed una percentuale sugli incassi, anche molto variabile con i volumi:

  •      Il noleggio è la soluzione classica ed è fornito direttamente dalla tua banca con un servizio chiavi in mano, il cui costo diminuisce al crescere dei volumi di transazioni. In alternativa ti puoi rivolgere ad una società di servizi, indipendentemente da quale sia la tua banca, alla quale basterà dare il tuo iban per gli accrediti.
  •      L’acquisto può risultare conveniente, data la disponibilità di POS a basso costo, ma in questo caso assistenza e manutenzione dell’apparato saranno a tuo carico e ci sarà comunque il costo del servizio.

Un esempio di POS mobile è il POS SumUp, che TIM distribuisce in un pacchetto che integra il lettore di carta, ma anche lo smartphone, e la SIM col profilo XS specializzato.

Il servizio poi potrai attivarlo direttamente dal sito del fornitore con il telefono Huawei P Smart 2019 offerto attualmente in dotazione ma che TIM si riserva di aggiornare con altri, di prestazioni uguali o superiori. Il profilo XS prevede 100 minuti, 1 GB, 2 mesi di Safeweb in prova, 6 mesi di servizi di reperibilità e 24 mesi di servizi di backup DS One Start con 1 TB di spazio store disponibile.

Il piccolissimo investimento per avere 1 pacchetto SumUp quindi è:

ComponenteImporto MensileDurata
SumUp 1€ 36 mesi
Huawei P Smart 20195€36 mesi
TIM Prof XS7€
Contributo d’attivazione1,5€24 mesi

Per ulteriori informazioni sull’attivazione del servizio o sull’offerta telefonaci al numero verde 800-593-299 oppure visita la pagina contatti o, ancora, compila il form che segue per ottenere tutta l’assistenza di cui hai bisogno!








Finanziamenti a fondo perduto per l’efficienza energetica della tua azienda!

Finanziamenti a fondo perduto, agevolazioni, detrazioni… le Istituzioni italiane ed europee incentivano l’efficienza energetica.

Efficienza Energetica di un sistema è la capacità di soddisfare il suo fabbisogno energetico con una minore quantità di energia rispetto ad altri sistemi definibili “a minore efficienza”. Efficienza Energetica non coincide con risparmio di consumi: si può risparmiare anche restando al buio, ma per essere efficienti si deve risparmiare fornendo il livello d’illuminazione richiesto. A parità di fabbisogni quindi, minori sono i consumi, migliore è l’efficienza energetica del sistema. Aumentare l’Efficienza Energetica è importante, perché il costo di acquisto dell’energia incide ormai meno del 40% sul totale imponibile delle fatture. Se la tua fattura energetica è 1.000 euro e trovi un fornitore che regala l’energia elettrica, la fattura si riduce a 600 euro, invece di azzerarsi come sarebbe lecito aspettarsi. Il costo del trasporto, le accise et cetera sono indifferenti alle tariffe di acquisto dell’energia.

Efficienza energetica maggiore significa invece ridurre i consumi, quindi risparmiare sul 100% della fattura.

Oltre al risparmio, che già di per sé può ripagare un progetto d’efficientamento, sono previsti, a livello nazionale detrazioni fiscali e Titoli di Efficienza Energetica

(vedasi anche il precedente articolo).

Per accedere ad una qualunque fonte di finanziamento bisogna che siano documentati gli interventi ricadenti in una o più delle seguenti aree:

  • Aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, tali da determinare un effettivo risparmio annuo di energia;
  • Installazione d’impianti di cogenerazione ad alto rendimento;
  • Aumento dell’efficienza energetica degli edifici oggetto dell’investimento;
  • Sostituzione di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;
  • Ottimizzazione tecnologica ed installazione di sistemi di controllo e regolazione capaci di ridurre l’incidenza energetica sul processo produttivo;
  • Installazione di impianti a fonti rinnovabili per autoconsumo.

C’è un ulteriore, importante significato della formula “efficienza energetica” o, se vuoi, un sottoprodotto della stessa: migliorare l’evoluzione qualitativa del sistema energetico globale. Infatti ognuna di queste attività comporta:

  • La riduzione della totalità dell’energia consumata;
  • L’avvicinamento della copertura del 20% di fonte rinnovabile sulla totalità dell’energia consumata;
  • La riduzione delle emissioni di gas serra.

Quindi ogni intervento di efficientamento della tua azienda è un’attività virtuosa, che pubblico e privato finanziano con milioni di euro di contributi a fondo perduto o agevolati.

In tema di finanziamenti a fondo perduto, contributi, detrazioni e quant’altro, in Campania, ad esempio si è appena chiuso uno stanziamento della regione di 20 milioni di euro, che finanziava il 50% delle spese dell’azienda fino a un massimo di 200.000 euro. Per dimostrare che gli interventi messi in campo hanno realizzato efficienza energetica, devi essere in possesso di Quick-Audit efficientamento preliminare e, ad intervento fatto, di sopralluogo tecnico di chiusura, a documentazione del reale miglioramento. 

Per ogni chiarimento o approfondimento, sopralluoghi, canali di finanziamento ed ogni altra esigenza, siamo a tua disposizione per darti tutta l’assistenza necessaria: chiamaci al numero verde 800-593-299 oppure visita la pagina contatti oppure compila il form che segue per ottenere tutta l’assistenza di cui hai bisogno!








Trasloco, nuove sedi, volture e nuove utenze telefoniche, elettricità e gas

Impegni gravosi, che vanno a interferire col normale fluire delle attività della tua impresa ed a volte a bloccarla. I nostri consulenti hanno le competenze ed i canali necessari per sbrigare per tuo conto ogni pratica di voltura, trasloco ed allaccio.  Il trasloco può essere anche l’opportunità per aggiornare le tecnologie che utilizzi, aumentare l’efficienza dei tuoi impianti ed abbattere i tuoi costi d’esercizio.

Il  lavoro non può andare avanti senza le linee telefoniche od il collegamento ad Internet, senza il riscaldamento o ancor peggio senza l’energia elettrica per accendere il PC

per cui un evento frequente come TRASLOCHI ED APERTURE DI NUOVE SEDI diventa uno scontro con i vari fornitori e Gestori. Il trasloco diventa un evento da impostare come un vero e proprio progetto, nel quale neppure una pianificazione accurata riesce ad evitare di essersi seduti nella nuova sede, ma ricevere ancora le telefonate in quella che si è già lasciata, col telefono che squilla desolatamente ed immotivatamente a vuoto (qui un articolo sul servizio base di trasferimento di chiamata).

Con noi troverai una corsia preferenziale per tutte le pratiche di voltura e/o nuove attivazioni e per trasferire le tue utenze nelle nuove sedi che hai comprato/fittato.

Con noi troverai le competenze tecniche e organizzative che non ti faranno perdere una sola telefonata, una sola ora di collegamento in rete. Ma troverai anche l’opportunità di farti realizzare gratuitamente il cablaggio della rete locale del nuovo ufficio, previo sopralluogo tecnico e progettazione gratuiti, che ti eviteranno di lasciare un tuo collaboratore senza punto lan (articolo su cablaggio gratis). Potrai realizzare così fino a 40 punti lan di ultima generazione, perché la rete datata della vecchia sede, spesso ancora a velocità 10/100/1000M, viene rifatta dal servizio tecnico TIM con cavi di categoria Cat5e, Cat6 e Cat7 e velocità che vanno ben oltre il Gb, con fornitura comprensiva di armadio TD small o standard. Anche il limite dei 40 punti lan può essere superato col rateizzo a 36 mesi senza interessi di tutti i punti lan in più necessari.

Nel contesto dei servizi di Comunicazione Integrata di TIM con il cablaggio avrai anche i migliori collegamenti ad Internet disponibili

e, oltre ai tuoi numeri telefonici, potrai attivare nella nuova sede tutte le linee che vorrai, incluse utenze pregiate e altrimenti costose come le cosiddette selezioni passanti. I nuovi collegamenti potranno essere forniti di dispositivi di backup automatico dei dati su rete mobile o di linea voce/dati di backup su rete mobile (tecnologia FWA) ed analizzeremo con te i conti economici per darti la possibilità di abbattere il costo sostenuto in precedenza dall’impresa, e gravato di aumenti nel tempo.

Non solo trasloco… anche gli allacci di energia elettrica e gas delle nuove sedi danno l’opportunità di sopralluoghi tecnici gratuiti

Tali sopralluoghi verificano la possibilità di realizzare impianti fotovoltaici, di cogenerazione o domotici che aumentano l’efficienza dell’impianto.

Maggiore efficienza significa risparmio che si riflette su tutta la fattura energetica, non solo sulla frazione di essa relativa alla fornitura, ma anche su trasporto, accise etc, e questo risparmio è tale da pagare la realizzazione degli impianti (articolo risparmio energetico). Queste innovazioni si possono candidare a finanziamento agevolato, anche a fondo perduto.

Se vuoi essere affiancato da uno dei nostri consulenti o per ogni altro approfondimento puoi contattarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue.








Senza fibra c’è speranza! FWA di TIM, vera banda larga senza fili!

In un precedente articolo raccontavamo dell’avvento della tecnologia FWA nell’offerta TIM per chi necessita di una connessione internet senza fili perchè magari la zona dove opera l’impresa è senza fibra. La tecnologia FWA (fixed-wireless-access) è conosciuta da alcuni come l’erede del WiMax, altri l’associano prettamente ad ISP come Eolo oppure Linkem. Quello che invece tutti iniziano a scoprire è che TIM è entrata con forza in questo mercato con un’offerta robusta tanto in termini di tecnologia quanto di offerta commerciale inclusiva del traffico telefonico nazionale. In questo articolo parleremo delle caratteristiche tecniche, delle promozioni commerciali ed infine approfondiremo alcune delle molteplici possibilità in termini di architettura di rete e di backup della connessione e della voce che quest’offerta può consentire alle imprese.

Lo schema base della rete FWA di TIM

Architettura FWA di TIM

L’antenna ad altissimo guadagno viene installata all’esterno ed un cavo ne trasmetterà il segnale, fino a 60 metri di distanza, all’unità indoor Fritz!Box 7590 (qui una descrizione dettagliata sul sito del produttore) che dispone di:

  • 4 porte Gigabit Ethernet
  • WiFi 802.11 N/C
  • 2 porte FXS per il collegamento diretto di apparati analogici
  • 1 porta per il collegamento di apparati specifici ISDN
  • 2 porte USB 3.0 (è possibile condividere dischi e stampanti sulla lan aziendale)
  • Base DECT integrata (fino a 6 portatili associabili)
  • Recupero apparati ISDN tramite la porta dedicata
Kit FWA di TIM Internet senza fili

TIM ha scelto la migliore delle tecnologie disponibili

Per fornire alle aziende sempre il massimo della qualità e della tecnologia TIM ha optato per l’utilizzo del protocollo FWA-FDD che impegna più risorse di rete ma ben si adatta all’enorme diffusione della rete TIM.

Operatore FWATecnologiaArchitetturaQualità servizio
Linkem
Kena Mobile
Tiscali
FWA-TDD
Time Division Duplexing
Frequenze 3,5Ghz
senza fibra FWA! Massimizza la copertura al costo di minori performance
EoloHiperLan
Tecnologia proprietaria EoloWave
FWA se sei senza fibraBuone performance ma solo con ponti radio dedicati e collegamento “in linea di vista
senza fibra c'è TIM con FWAFWA-FDD
Frequency Division Duplexing
800Mhz
1800Mhz
2600Mhz
+ Banda L
senza fibra con TIM avrai velocità con FWA internet senza filiMigliori performance ma richiede una rete capillare, proprio come quella di TIM!

Raggiungerai la velocità della fibra… senza fibra!

Ecco la lista sintetica di tutto quello che include l’offerta base:

  • Accesso su architettura FWA (Fixed Wireless Access)
  • 1 canale voce VOIP
  • Chiamate illimitate secondo buona fede e correttezza verso tutti i numeri fissi nazionali
  • Chiamate illimitate secondo buona fede e correttezza verso tutti i numeri mobili nazionali. Sono escluse le chiamate verso i numeri mobili RFI ed i cellulari satellitari
  • Servizi telefonici supplementari: Chi è, Avviso di chiamata, Trasferimento di chiamata
  • 1 accesso ad Internet con navigazione illimitata. La navigazione è offerta con velocità fino a 30 Mbps in download e fino a 3 Mbps in upload fino a 120 Giga al mese, oltre i quali la velocità sarà ridotta a un massimo di 128 Kbps in download e 64 Kbps in upload senza costi aggiuntivi
  • Apparato FWA in comodato d’uso gratuito
  • N. 1 indirizzo IP dinamico
  • Installazione on site dell’Apparato FWA a cura di un tecnico TIM o di ditta incaricata

E con le opzioni attivabili si apre un mare di possibilità per l’impresa!

Con 10€/mese è possibile ottenere un IP statico e quindi la possibilità di fare VPN, ospitare server, trasmettere telecamere e tanto altro. E’ possibile poi richiedere un secondo canale voce (10€/mese) ed una seconda numerazione (5€/mese). L’opzione Voce Internazionale costa 10€/mese e “assistente personale” (un servizio di caring e assistenza tecnica prioritaria) 10€/mese. Infine con l’opzione super digital si possono acquisire a canone scontato servizi ICT molto utili come il WiFi dedicato agli ospiti, servizi di storage dati, servizi dedicati al marketing digitale per l’azienda e molto altro.

Per le aziende senza fibra… ma non solo.

Pur procedendo spedito il cablaggio fibra di TIM esistono ancora tante realtà che hanno dovuto adattarsi alla mancanza di fibra o di collegamenti ad internet adeguati alle necessità attuali dell’impresa. Le aziende dei distretti industriali ancora senza fibra, gli esercizi commerciali e professionali delle comunità collinari e montane, bar e ristoranti in zone rurali, gli agriturismo, gli alberghi situati fuori dai centri urbani, ostelli, campeggi, villaggi, stabilimenti balneari, i comprensori sciistici, le aziende che gestiscono distributori di benzina, le aziende che gestiscono cave, rifugi alpini… tutte queste aziende, con FWA, potranno fare un vero salto di qualità ottimizzando il lavoro e potendo a loro volta offrire ai loro clienti nuovi servizi sempre più evoluti ed orientati al marketing. Ma, ne parleremo dopo, chiunque può giovarsi di una connessione internet senza fili utilizzandola in diversi modi.

L’offerta FWA di TIM parte da 30€/mese ma è conveniente in qualsiasi caso.

L’incredibile prezzo di 30€/mese per i primi 12 mesi è disponibile per i clienti che contestualmente acquistano almeno una sim (promo linea mobile). Ma tutti i nuovi impianti costeranno in ogni caso soltanto 5€ in più, con un canone per i primi 12 mesi di 35€/mese. Il prezzo per i clienti che vogliono convertire la propria linea voce TIM tradizionale migrandola in tecnologia FWA, ed eliminando così l’intero canone della linea tradizionale, è di soli 60€/mese. Il contributo di attivazione è rateizzato in 24 rate da 10€ per i nuovi impianti e 5€ per le conversioni di linee voce TIM.

FWA è utile per ogni impresa! Ecco alcune applicazioni di backup utili anche a chi ha già un buon collegamento

Quante sono le aziende realmente preparate in caso di guasto al collegamento ad internet? Il lavoro andrebbe avanti ugualmente o si bloccherebbe? E quanto sarebbe il fatturato perso?

La maniera migliore di preparare il backup di un collegamento ad internet è innanzitutto utilizzare una tecnologia diversa dal primo collegamento (mette al riparo da guasto al relativo apparato in centrale). Se poi questo collegamento in differente tecnologia è addirittura senza fili si sottrae il collegamento dell’azienda anche al rischio di tranciamento fisico dei cavi. FWA offre molti vantaggi in questo caso! Oltre a soddisfare i precedenti requisiti, ha velocità di picco degne della fibra FTTC, costa poco, ha IP statico e dispone di 1 o 2 canali voce.

L’IP statico può essere utile per tenere aperta una VPN tramite un secondo tunnel o per tenere in piedi un server oppure la trasmissione di telecamere etc. I canali voce possono servire a far entrare nel centralino le chiamate dei numeri principali dell’azienda (impostando l’inoltro automatico in caso di guasto sui canali FWA ed ottenendo perfino un backup voce).

Configurazioni del genere possono essere ideate e configurate da esperti sistemisti di rete oppure possono essere fornite da TIM attraverso la ormai storica linea My Security Area.

Non ti resta che chiamarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue per ottenere tutta l’assistenza di cui hai bisogno!








Meno costi e più collaborazione: il centralino per le aziende innovative

Attiva il servizio base della piattaforma di comunicazione integrata, il servizio che integra il telefono, il PC e lo smartphone per rendere più efficiente il tuo lavoro. Grazie al numero unico fisso-mobile, garantito dall’intelligenza centralizzata in cloud, anche fuori ufficio sarai sempre raggiungibile e potrai cogliere tutte le occasioni di business. Fino al 30 settembre i canali di TWIN OFFICE, l’offerta “entry” di comunicazione integrata,  sono scontati di 10€ l’uno a patto di attivare anche una linea mobile. L’offerta è valida per nuova connettività, nuove numerazioni oppure rientri numeri da altro gestore. In pratica puoi attivare la TWIN con due canali a 65€/mese, ed aggiungere canali fino a 4 (6 canali totali) a 15€ al mese l’uno. Meno costi e più collaborazione grazie al centralino cloud di TIM!

Quest’offerta di comunicazione integrata “entry” prevede:

  • da 2 a 6 Canali Voip
  • fino a 24 utenti (di cui max 8 fissi)
  • fino a 30/3 Mega (FTTC) o 20/1 Mega (Adsl) (100 Mega con opzione Fast)
  • traffico nazionale verso fissi e mobili ILLIMITATO
  • Centralino Virtuale
  • Unified Communication
  • PC APP e Mobile APP (smartphone APP)
  • router WI-FI
  • N. Verde dedicato: 800.121.121 (H24) – (post selezione 3, Comunicazione Integrata)
  • Ampia scelta tra telefoni dect o fissi in vendita rateale a 36 mesi

Di seguito alcuni modelli di apparati con l’indicazione della rata:

meno costi apparati nici

Non solo meno costi! La TWIN, così come sua sorella maggiore NICI, mette a tua disposizione tutte le funzionalità della piattaforma di comunicazione integrata TIM!

Di seguito trovi riportate le principali:

  • La Mobile APP trasformerà il tuo smartphone in un telefono fisso, sia in azienda (grazie alla copertura wi-fi) che fuori azienda.
  • Aggiungendo l’Opzione Fast 100 potrai navigare fino a 100 Mbps.
  • Aggiungendo l’opzione backup avrai un router comprensivo di SIM M2M per la gestione del back up automatico della connessione dati su rete mobile.
  • Il backup della voce è sempre garantito dalla Mobile APP, grazie al collegamento dello smartphone direttamente al Centralino Virtuale via connessione Mobile LTE.
  • Aggiungendo l’opzione Voce Internazionale EU e/o l’opzione internazionale altri paesi potrai parlare con l’estero a 0€ al minuto senza scatto alla risposta.
  • Aggiungendo l’opzione Gestione Code le chiamate verranno accodate sugli interni dei tuoi agenti e gestite da messaggi di cortesia (ottenendo di fatto un maggior numero di canali voce a parità di prezzo: meno costi e più produttività).

I nostri consulenti TIM hanno a disposizione il WIZARD, uno strumento che guida all’analisi ed alla preventivazione del servizio di comunicazione integrata personalizzandolo sul Cliente. Per tua comodità abbiamo sviluppato e messo a tua disposizione l’analogo di WIZARD per i nostri Clienti, che puoi utilizzare qui di seguito:

Tieni presente  che questi WIZARD non sostituiscono né prevalgono sui profili commerciali del servizio ed è opportuno  in ogni caso esaminare assieme ai nostri esperti il preventivo che hai sviluppato. Avviare un rapporto di collaborazione con uno dei nostri consulenti ti sarà certamente utile, prima in corso di realizzazione, e poi di gestione del sistema di comunicazione integrata in particolare. Ma ti sarà utile in generale nel rapporto commerciale con TIM.  Ci troverai sempre disponibili ai numeri indicati di seguito.

Per domande e approfondimenti puoi chiamarci al numero verde 800-593-299, visitare la pagina contatti oppure compilare il form che segue!