POS Mobile TIM: la soluzione per incassare!

POS Mobile TIM: la soluzione per incassare!

La legge e la normativa in Italia stanno evolvendo verso l’obbligo (e la convenienza, ovvero saranno incentivati) di usare sempre di più sistemi di pagamento tracciabili. Quindi sempre di più ed in ogni situazione dovrai dotarti di POS e renderlo disponibile per i tuoi clienti. Il POS (acronimo dalle parole inglesi Point Of Sale, ovvero punto di vendita) è un dispositivo che ti permette di incassare i pagamenti effettuati mediante l’utilizzo di carte di credito, di carte di debito e di carte prepagate. Come indica la parola stessa, nasce per facilitare i pagamenti nei negozi fisici come supermercati, ristoranti, retail, alberghi, dove aiuta a superare l’ostacolo della disponibilità di contanti e valute.

Il POS facilita l’incasso ed elimina gli errori

Il POS aiuta ad evitare i ritardi e gli errori legati al conteggio dell’incasso e del resto (può essere collegato al registratore di cassa) o nel caso li documenta perfettamente. Grazie al collegamento del terminale POS con il centro servizi del tuo istituto bancario, viene generata una transazione che accredita sul tuo conto corrente l’importo pagato. Importo che poi verrà addebitato sul conto corrente del Cliente, con le modalità della carta utilizzata. Nel dotarti del POS dovrai scegliere tra i vari tipi di apparato e le varie modalità disponibili. Potresti avere infatti necessità diverse (ad esempio devi incassare al tavolo, oppure in mobilità, come per i taxi) o volumi diversi con cui valutare il rapporto costo/prestazioni. 

Tra le tipologie di POS più diffuse sul mercato si distinguono:         

  •       Pos stand Alone: noto come POS da banco, è il modello più diffuso, perché si connette al centro servizi con un cavo RJ11/RJ45 che s’innesta in una presa disponibile alla cassa.
  •       Pos Mobile: è un dispositivo che si collega tramite Bluetooth al tuo dispositivo mobile smartphone oppure tablet, su cui l’app del pagamento viene installata. La ricevuta di pagamento al cliente arriva tramite e-mail oppure via SMS. 
  •       POS Virtuale: modello che gestisce i pagamenti online mediante un’apposita pagina web che permette all’esercente che dispone di un sito internet di fare e-commerce, allargando il mercato per il proprio business. 
  •       POS GSM/GPRS/3G/4G: modello che si collega al centro servizi direttamente mediante la rete mobile. Molto utile se i tuoi addetti operano presso il cliente.
  •       POS Cordless: ha una struttura semi portatile. La postazione del POS resta fissa, collegata come il POS da banco alla cassa, mentre il modulo lettore si collega ad esso come un telefono cordless. Da usare nel tuo ristorante o nella tua stazione di servizio. Da notare che sempre più spesso le linee telefoniche (RJ11) a cui si appoggia il POS da banco diventano VOIP, ed in questa circostanza, visto che i moderni POS dispongono di entrambi i protocolli,  conviene riconfigurarli su IP (RJ45), che offre migliore compatibilità, affidabilità e velocità (salvacode).

In termini di modalità quella storica è noleggiare il POS, tramite la tua banca  o una delle società che fornisce questo servizio, o comprare il terminale ed attivarlo tramite la società di servizio.

In ogni caso per il servizio può essere previsto un canone ed una percentuale sugli incassi, anche molto variabile con i volumi:

  •      Il noleggio è la soluzione classica ed è fornito direttamente dalla tua banca con un servizio chiavi in mano, il cui costo diminuisce al crescere dei volumi di transazioni. In alternativa ti puoi rivolgere ad una società di servizi, indipendentemente da quale sia la tua banca, alla quale basterà dare il tuo iban per gli accrediti.
  •      L’acquisto può risultare conveniente, data la disponibilità di POS a basso costo, ma in questo caso assistenza e manutenzione dell’apparato saranno a tuo carico e ci sarà comunque il costo del servizio.

Un esempio di POS mobile è il POS SumUp, che TIM distribuisce in un pacchetto che integra il lettore di carta, ma anche lo smartphone, e la SIM col profilo XS specializzato.

Il servizio poi potrai attivarlo direttamente dal sito del fornitore con il telefono Huawei P Smart 2019 offerto attualmente in dotazione ma che TIM si riserva di aggiornare con altri, di prestazioni uguali o superiori. Il profilo XS prevede 100 minuti, 1 GB, 2 mesi di Safeweb in prova, 6 mesi di servizi di reperibilità e 24 mesi di servizi di backup DS One Start con 1 TB di spazio store disponibile.

Il piccolissimo investimento per avere 1 pacchetto SumUp quindi è:

ComponenteImporto MensileDurata
SumUp 1€ 36 mesi
Huawei P Smart 20195€36 mesi
TIM Prof XS7€
Contributo d’attivazione1,5€24 mesi

Per ulteriori informazioni sull’attivazione del servizio o sull’offerta telefonaci al numero verde 800-593-299 oppure visita la pagina contatti o, ancora, compila il form che segue per ottenere tutta l’assistenza di cui hai bisogno!








Condividi

Info sull'autore

Nextall administrator