Assistenza TIM – Il tuo Consulente commerciale

Aiutiamo le imprese a comunicare

Voucher Imprese: in arrivo 600 milioni per la digitalizzazione delle PMI

4 min read
Voucher Imprese
Condividi questo contenuto con chi vuoi!

Il Piano Voucher Imprese è ormai alle porte ed entro poche settimane potrà essere richiesto dalle aziende. Qui troverai tutte le informazioni necessarie ad usufruirne.

Il Piano Voucher Imprese è una misura a sostegno della domanda che mira a far progredire la digitalizzazione della Piccola e Media Impresa. Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) del 23/12/2021 nasce in conformità alla normativa europea in materia di aiuti di Stato, ai sensi degli “Orientamenti dell’Unione Europea per l’applicazione delle norme in materia di aiuti di Stato in relazione allo sviluppo rapido di reti a banda larga” (2013/C 25/01). Il fondamento giuridico della misura è costituito dalla Delibera CIPE n. 71 del 7/8/2017 che ha assegnato 1,3 miliardi di euro al MISE per interventi a sostegno della domanda di servizi in banda ultralarga e dalla decisione della Commissione Europea C (2021) 9549 final del 15 dicembre 2021, relativa alla misura di aiuto SA.57496 (2021/N) – Italy – Broadband vouchers for SMEs. Il 9/2/2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del MISE sul Voucher Imprese.

Il Piano Voucher Imprese in sintesi

La misura si propone di offrire alle micro, piccole e medie imprese un contributo che va da € 300 a € 2500 a fronte di un incremento di velocità del collegamento ad internet (step change). Le nuove velocità di banda potranno essere realizzate con qualsiasi tecnologia; il bit rate contemplato va da 30Mbps ad oltre 1Gbps. Per soddisfare questo tipo di domanda verranno di fatto utilizzate tecnologie senza fili come la FWA ma, chiaramente, soprattutto collegamenti in fibra standard (che sia FTTC o FTTH, di tipo Professional o meno), collegamenti in fibra semi-dedicata (come FTTO) e fibra dedicata (Gigabusiness Ethernity). Per il Piano Voucher sono stati stanziati € 589.509.583 e si stima che fino a 1.400.000 aziende potranno usufruire della misura.

Voucher PMI: chi può beneficiarne

Le beneficiarie della misura sono le micro, piccole e medie imprese così come definite dalla Raccomandazione della Commissione europea del 6 maggio 2003, relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese, in G.U.U.E. n. L 124 del 20 maggio 2003, pp. 36-41. Schematizziamo di seguito i 4 prerequisiti per ottenere il Voucher per la Digitalizzazione:

  • Impresa regolarmente iscritta al Registro delle Imprese REA
  • Impresa di dimensione micro, piccola o media secondo quanto previsto dalla Raccomandazione della Commissione europea del 6 maggio 2003 e dal Decreto ministeriale 18 aprile 2005
  • Impresa con Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) valido (escluse le Ditte Individuali per le quali il DURC non è richiesto)
  • L’impresa non deve avere già beneficiato del contributo: il voucher può essere attivato una sola volta presso una sola sede (legale oppure operativa)

Voucher Digitalizzazione Impresa: tipologia ed importi

In estrema sintesi troviamo 3 tagli di Voucher (A, B e C) che variano in base alla velocità di picco del nuovo collegamento ad internet ed alla sua BMG (Banda Minima Garantita).

  • Il Voucher A contempla collegamenti che vanno da 30Mbps a 300Mbps senza indicazione della BMG ed il contributo è di € 300 più € 500 per eventuali “costi di rilegamento”.
  • Il Voucher B afferisce a connessioni da 300Mbps a 1Gbps con BMG di almeno 30Mbps ed offre € 500 più € 500 per eventuali “costi di rilegamento”.
  • Il Voucher C è destinato a collegamenti superiori ad 1Gbps con BMG di almeno 100Mbps e fornisce un contributo di € 2000 più € 500 per eventuali “costi di rilegamento”. Vedremo nel prossimo paragrafo un’importante eccezione sulla velocità di picco.
Voucher Imprese

(*) L’Operatore si impegna a inserire nel contratto con il beneficiario il valore relativo alla Banda Minima Garantita, intesa come la velocità in download che l’utente finale può ottenere durante l’intero periodo (BEREC Guidelines to assist NRAs on the consistent application of Geographical surveys of network deployments BoR [20] 42). In realtà TIM garantisce sempre anche la velocità in upload e nella maggior parte dei tagli di connettività professionale TIM la BMG è simmetrica (download = upload).

Criteri di ammissibilità per l’erogazione dei Voucher per le Imprese

L’ultimo parametro da tenere in considerazione per l’ottenimento del Voucher PMI per la digitalizzazione è il collegamento di partenza. In sostanza il legislatore vuole assicurarsi che ci sia un reale “step change” nell’incremento di velocità del nuovo collegamento. Non saranno quindi ammessi meri cambi operatore a parità di velocità. Viceversa, per garantire il normale funzionamento della concorrenza, il beneficiario sarà libero di cambiare gestore dopo aver ottenuto il Voucher e potrà ricevere la parte restante del contributo attraverso il nuovo operatore. Chiaramente è possibile cambiare operatore anche nella fase di richiesta del Voucher purchè ci sia un effettivo aumento di velocità.

Voucher Azienda
(*) Ammissibile solo se non esiste un intervallo di velocità superiore disponibile al civico del beneficiario (AGCom Broadband Map https://maps.agcom.it)

Un’importante deroga sia per quanto concerne la tipologia di Voucher ottenibile che per la velocità del collegamento preesistente riguarda la Banda Minima Garantita: il Voucher potrà essere ottenuto anche a parità di velocità di picco (velocità preesistente 1Gbps) purchè ci sia un incremento di BMG a 30Mbps oppure 100Mbps (Voucher B e C).

In definitiva, come ottenere il Voucher Impresa? Qui lo puoi prenotare!

Il primo Marzo 2022 verrà aperto il Portale Voucher per prenotazioni ed attivazioni ma puoi chiamarci fin da subito per trovare la soluzione che meglio si adatta al caso della tua azienda e prenotare l’attività di attivazione del collegamento e del voucher. Non perdere l’occasione, la misura ministeriale durerà fino ad esaurimento fondi, oppure per un anno (prorogabile) e in ogni caso non oltre i 24 mesi.

Chiamaci al numero verde 800-593-299, visita la pagina contatti oppure compila il form che segue ed otterrai tutta l’assistenza di cui hai bisogno!









    Condividi questo contenuto con chi vuoi!